Il Portale della Regione Calabria per le imprese

Istituzione e finalità

La Zona Economica Speciale (ZES) è definita dall’art. 4, comma 2, del Decreto Legge n. 91 del 2017 come una “zona geograficamente delimitata e chiaramente identificata, situata entro i confini dello Stato, costituita anche da aree non territorialmente adiacenti purché presentino un nesso economico funzionale, e che comprenda almeno un'area portuale, collegata alla rete transeuropea dei trasporti (TEN-T)”. Ai sensi dall’art. 4, comma 1, del predetto Decreto, la ZES è funzionale alla “creazione di condizioni favorevoli in termini economici, finanziari e amministrativi, che consentano lo sviluppo, in alcune aree del Paese, delle imprese già operanti, nonché l'insediamento di nuove imprese”.

La ZES ha una durata non inferiore a 7 anni e non superiore a 14. La durata potrà essere prorogata, fino a un massimo di ulteriori 7 anni, su richiesta delle regioni interessate sulla base dei risultati dei monitoraggi.

Governance

La governance delle ZES Calabria è costituita da due livelli che operano, secondo le disposizioni di legge e gli indirizzi del Piano Strategico ZES Calabria, in modo interdipendente.

Il primo livello, ai sensi dell’art. 4, c. 6 del D.L. n. 91/2017, è costituito dal:

  • Commissario straordinario del Governo per la ZES Calabria (nominato ex art. 11 L. 400/1988)
  • Comitato d’indirizzo

Il Comitato d’indirizzo della ZES Calabria è composto da:

  • Prof.ssa Rosanna NISTICO', Commissario straordinario del Governo, nella qualità di Presidente
  • Contrammiraglio C.A. (CP Andrea AGOSTINELLI, Presidente dell’Autorità portuale di Gioia Tauro e della Calabria
  • Prof. Avv. Fabrizio CRISCUOLO, rappresentante della Regione Calabria
  • Dott.ssa Bianca Maria SCALET, rappresentante della Presidenza del Consiglio dei ministri
  • Ing. Simona GHIRETTI, rappresentante del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Il Comitato d’indirizzo della ZES Calabria, ai sensi dell’art. 4, c. 6 del Decreto-Legge 20 giugno 2017, n. 91, è il "soggetto per l'amministrazione dell'area ZES"  ed esegue le funzioni disposte dall’art. 4, c. 7, del D.L. n. 91/2017.

Il Commissario straordinario del Governo, “attuando gli indirizzi politici e strategici individuati dal Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, assicura il coordinamento e l’impulso, anche operativo, delle iniziative volte a garantire l’attrazione, l’insediamento e la piena operatività delle attività produttive nell’ambito della ZES Calabria, ferme restando le competenze delle amministrazioni centrali e territoriali coinvolte nell’implementazione del Piano di Sviluppo Strategico della ZES Calabria”.

Il Comitato di indirizzo si avvale del Segretario generale dell'Autorità di Sistema portuale per l'esercizio delle funzioni amministrative gestionali di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

 

Il secondo livello è descritto nel Piano di Sviluppo Strategico e rappresenta il sistema di governance della ZES Calabria.

Tale sistema è costituito da:

  • Cabina per lo sviluppo strategico della ZES
  • Tavolo di consultazione permanente
  • Struttura di governance regionale (denominata nel PdS Struttura amministrativa regionale per la ZES) inserita nell’ambito del Dipartimento regionale di Programmazione Unitaria, mediante la creazione di uno specifico “Settore Coordinamento ZES” supportato da una struttura tecnica denominata “Ufficio ZES”.
  • SURAP - Sportello Unico Regionale per le Attività Produttive

 

Inoltre, fanno parte del sistema di governance della ZES Calabria, i soggetti gestori delle aree per gli insediamenti delle attività economiche.

Soggetti gestori

Aree ZES

SACAL SPA

Aeroporti di:

-       Lamezia Terme
-       Crotone
-       Reggio Calabria

Autorità Portuale di Gioia Tauro e della Calabria

Porti di:

-       Gioia Tauro
-       Corigliano Calabro
-       Crotone

Autorità di Sistema Portuale dello Stretto

Porti di:

-       Reggio Calabria
-       Villa San Giovanni

Capitaneria di Porto di Vibo Valentia

Porto di Vibo Valentia

CORAP

Aree retro-portuali/aeroportuali a carattere produttivo:

-       Gioia Tauro, Sen Ferdinando, Rosarno
-       Crotone
-       Porto Salvo, Vibo Valentia
-       Schiavonea, Corigliano-Rossano
-       Lamezia Terme

Torna all'inizio del contenuto