Il Portale della Regione Calabria per le imprese

Scheda n.: 06
Tipologia ZES: Porto
Comune: Corigliano Rossano
Ente Gestore: Autorità di Sistema Portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio
Fogli Catastali: 51, 52 e 69 di Corigliano-Rossano
Superficie totale Area (ha): 52
Riferimenti:

www.portodigioiatauro.it/autorita-portuale/

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

E-MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’infrastruttura portuale inclusiva dello specchio acqueo, si estende su una superficie complessiva di circa 1.300.000 metri quadrati e si articola in un bacino di evoluzione, 7 banchine e 2 darsene disposte in parallelo secondo la linea di costa. L’ampiezza dell’avamporto assicura rifugio, in caso di maltempo, e consente un atterraggio rapido e diretto.

Tutte le banchine sono alte circa 3 metri sul livello del mare, tranne la banchina 5 (nei primi 100 metri misurati dalla radice), la 6 e la 7 che sono alte circa 1 metro e mezzo sul livello del mare. La superficie dei piazzali operativi è di 160.000 metri quadrati, retrostanti la banchina 1 (banchina est); 76.000 metri quadrati racchiusi tra le banchine 3, 4 e 5; 55.000 metri quadrati retrostanti la banchina 2, il piazzale racchiuso tra le banchine 3, 4 e 5 e la banchina n. 6 e delimitati lato sud dalla recinzione portuale; 10.000 metri quadrati retrostanti la banchina 7 (banchina ovest).

L’area del porto è definita dalle “aree demaniali marittime e dalle opere portuali comprese entro i limiti individuati a nord dalla foce del torrente Malfrancato ed a sud dalla foce del torrente Missionante” (DM 29 dicembre 2006).

AI fini della definizione della ZES sono esclusi gli specchi acquei.

Il totale delle aree incluse nella perimetrazione dell’area ZES corrisponde a circa ha 52.

Agevolazioni:

Il piano strategico ZES Calabria, al cap. 9 “Agevolazioni ed incentivazioni”, (contenuto di cui alla lettera g, comma 1, art. 6 del DPCM 12/2018), identifica i seguenti principali strumenti agevolativi a supporto delle ZES:

  • Credito di imposta (L. 208/2015)
  • Contratti di sviluppo (Accordo MISE, 2-017, D.G.R. 93/2018)
  • Legge 181/89 (D.G.R. 423/2016, D.G.R. 95/2018)
  • Fondo Artigianato (D.G.R. 580/2017)

Inoltre, la legge n. 178/2020 (Legge Bilancio 2021), all’art. 1, commi 173-176, ha introdotto un’ulteriore agevolazione per le imprese che avviano nuove iniziative economiche nelle aree ZES, riguardanti la riduzione del 50% delle imposte sul reddito per le attività svolte nella ZES.

Infrastrutture e servizi:

Infrastrutture ordinarie

  • Infrastrutture stradali di collegamento alle reti autostradali e ferroviarie
  • Infrastrutture ferroviarie interne
  • Infrastrutture stradali interne
  • Infrastrutture approvvigionamento idrico (acqua industriale)
  • Infrastrutture telematiche/telefoniche/fibra
  • Infrastrutture energetiche (gas)
  • Infrastrutture energetiche (elettricità)
  • Infrastrutture raccolta/smaltimento rifiuti
  • Infrastrutture di sicurezza e controllo
  • Varchi di accesso
  • Aree soggette a vincoli (con distinzione dei vincoli)
  • Aree soggette a vincoli doganali
  • Aree soggette a vincoli demaniali
  • Depositi costieri
  • Depositi e impianti di carburante e bunker


Infrastrutture caratterizzanti

  • Infrastrutture e aree per Banchine: per merci/containers, per traffico commerciale e passeggeri, per darsena e servizi, pontoni/Gru
  • Aree x Piazzali per lo stoccaggio (containers, merci, rinfuse, ecc.)
  • Infrastrutture di depurazione reflui
  • Aree distinte per attività ammesse (industriali, commerciali, artigianali, cantieristica, logistiche, servizi, …) con indicazioni ed identificazione dei lotti
  • Infrastrutture di monitoraggio ambientale
Strumento Urbanistico vigente:

P.R.G. Comune di Corigliano approvato con Decreto del Presidente della Regione n. 1067/1986

Vincoli presenti:

Vincoli Paesaggistici: La quasi totalità dell’area di sviluppo ZES è sottoposta al vincolo “Territori Costieri” (rif. Art. 142 del d.lgs. n. 42/2014).
In corrispondenza del lato nord dell’area di sviluppo ZES c’è una fascia soggetta al vincolo “Corsi d’Acqua”, in corrispondenza del Torrente Malfrancato (rif. Art. 142 del d.lgs. n. 42/2014).

Vincoli Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico: È presente un’area molto limitata, in corrispondenza del bordo posto a nord-est, a rischio R4.

Vincoli Piano Stralcio per l’Erosione Costiera: Il lato posto ad est dell’area di sviluppo ZES è lambito dalle aree del PSEC (P3-aree a pericolosità elevata).
Piano Gestione Aree Rischio Alluvioni: Rispetto al PGRA, coordinato a livello di distretto idrografico, si rilevano due fasce di aree interessate da alluvioni, individuate secondo le specifiche definite a livello nazionale, in corrispondenze dei lati opposti dell’area di sviluppo ZES, posti a nord e a sud.

Contatti:

Regione Calabria
Dipartimento “Programmazione Unitaria”
Settore n. 8 “Coordinamento ZES”
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:

Scheda (PDF) 
Porto di Corigliano CTR Particelle (PDF)
Porto di Corigliano CTR Ortofoto (PDF)

Torna all'inizio del contenuto